Sunday, July 10, 2005

Tradurre testi pubblicitari

Ho appena consegnato un lavoro - script pubblicitari per una delle case automobilistiche italiane. Non lo so se posso menzionare qui chi sia e quindi evito a menzionare il nome. Mai prima una traduzione l'ho sentita tanto "mia". Scrivere dell'autovettura del cuore, pensare all'effetto che avrà sui potenziali clienti. Pensare ai minimi particolari - nel senso "invertire una frase o lasciarla in quella sequenza" - in fine dice la stessa cosa, ma come sentimento è diversa.

Ho sempre sostenuto che per tradurre testi pubblicitari si deve conoscere molto bene il proprio cliente, si deve "sentirsi" parte dell'azienda anche se non si è lì. Talvolta è difficile raggiungere questo punto, in particolare quando queste traduzioni si fanno per un'agenzia (come ho fatto spesso prima) - questo qui era un cliente diretto ed è importante sentire l'entusiasmo anche dall'altro lato. E allora anche gli orari più particolari non danno alcun fastidio, anzi, si ha più tempo e tranquilità in quegli "orari strani".

Viene messa sul mercato in un periodo difficile, cioè l'economia tedesca non va un gran che - ci saranno le elezioni anticipate proprio in quel periodo - ma d'altro canto il tipico cliente target è amante dell'Italia - sicuramente ha la sua macchina di caffé espresso tipo "bar" a casa ed in ufficio. Ama una buona bottiglia di vino, preferibilmente proveniente dalla Toscana dove volentieri passa anche le sue vacanze. La cena nel ristorante italiano di alto livello è un must.

Sono praticamente sicura che avrà successo - deve semplicemente

Be' volevo soltanto dirlo a "qualcuno" - è raro che una traduzione lascia un "segno" tanto profondo.

E ora devo finire ancora un'altra traduzioncina ... altrimenti qualcuno mi stacca la testa

Ciao, Sabine

Wednesday, July 06, 2005

Wiktionary - Ultimate Wiktionary - e quando tutto ha avuto inizio

Testo originariamente pubblicato su: http://www.wesolveitnet.com/modules/weblog/details.php?blog_id=24

È l'una di notte - ho appena finito di parlare con Gerard Meijssen di Ultimate Wiktionary, Eurodicautom e Iate e un altro paio di cosette. Parlando mi è venuto in mente che ora è quasi un anno da quando abbiamo iniziato a parlare sul "come evitare doppio lavoro e cercare di migliorare la qualità di wiktionary" ... sono andata a vedere: diciamo che la data dell'inizio che poi ha portato all'idea dell'Ultimate Wiktionary è il 31 agosto 2004.

E a pensare che ora Eric sta programmando il software per realizzarlo. A pensare che un organizzazione grande (kennisnet.nl) del settore educativo semplicemente hanno dato 5000 Euro per la programmazione, a pensare che un sogno di tanti anni si sta avvicinando sempre di più alla realtà .... be' sì che lascia un sentimento particolare e strano.

Da un lato abbiamo quelli che "sperano che sia la soluzione del futuro" e dall'altro ci sono quelli che "sperano che non riuscirà". Noi sappiamo che funzionerà, certo, all'inizio ci saranno ancora dei problemi come tutte le cose che si avviano, ma diventerà meglio con ogni difficolta che incontreremo e risolveremo.

Giusto oggi abbiamo notato che la versione "di prova" con il glossario (o meglio tesauro multilingue) di GEMET, cioè dell'European Environmental Agency, sarà online in Agosto - cioè giusto un anno dopo l'inizio dei nostri primi colloqui - e se siamo fortunati sarà pronto per Wikimania a Francoforte a inizio agosto ...

Tante coincidenze ci hanno aiutato, tante discussioni, tante considerazioni tra due persone che di base sono molto diverse ma che hanno una meta in comune: mettere a disposizione di tutti tutte le parole in tutte le lingue con definizioni, etimologia, pronuncia, traduzioni, relazioni, esempi, sinonimi, immagini ecc. ecc. ecc.

Lo so è un progetto quasi troppo ambizioso - molti diranno "ma questi sono matti da legare" - invece non credo ... immaginate che p.e. una lista di parole con ortografia corretta in olandese contiene 220.000 parole. Immaginate se ci fossero 1000 traduttori (malappena metà degli iscritti di langit) che traducono solo una parola al giorno ... per avere tutti i 220.000 parole tradotte ci vorrebbero 220 giorni ... e poi pensiamo che per ogni lingua ci potessero essere queste 1000 persone ... e poi pensiamo che dopo aver inserito le traduzioni aggiungono un sinonimo al giorno o una definizione al giorno ... nel giro di pochi anni si avrebbe il dizionario più completo in assoluto - e anche: multilingue.

A tutto ciò si aggiunge una futura integrazione diretta in un CAT-Tool come OmegaT - cioè chi lavora con OmegaT potrà accedere direttamente ai dati di wiktionary - cioè come glossario strutturato in categorie (generale, tecnica, medicina, diritto ecc. ecc.) come aiuto di traduzione e direttamente dall'interno di OmegaT inserisce nuovi termini in quella categoria che poi saranno di nuovo a disposizione di tutti. E tutto ciò con un processo di sicurezza qualità (che abbiamo già in mente - deve essere ancora un po' raffinato). Inoltre attraverso i suoi contributi ogni traduttore riceve l'attribuzione delle relative modifiche e aggiunte che fa e quindi automaticamente crea una certa reputazione per un determinato campo. Be' anche a quello si deve pensare: Ultimate Wiktionary può essere uno strumento di marketing in quanto attraverso le aggiunte si può vedere chi è specializzato in che cosa.

Sì, è la via giusta - quasi ci siamo - e tutti voi che leggete questo blog siete invitati a farne parte.

È ora di andare a dormire ... copio questo pezzo soltanto anche al mio altro blog.

Ciao, Sabine