Monday, March 27, 2006

... making work in the language industry fun again ...

That is the slogan of wordsandmore.org. It is not going to be one of the normal translator's portals ... no ... it is going to be a foundation ... not for profit. It sounds strange, doesn't it? It is not the usual thing one would expect from a portal ... well: the world is changing and time is due - due for what are you asking? To make work in the language industry fun again ... too many years of endless discussions, on the Italian side about the so called "albo" ... all things aimed to have us pay ... but in these times, where business is not the easiest for many ... well ... a foundation then.

I just put the message on wesolveitnet.com that contents are going to be transferred to wordsandmore.org ... I feel like closing a door and not being able to go back ... I feel as if something is happening and I do not even appreciate what it is ... I only know: the "Wind of changes" is blowing ... five years ago it was more a kind of a slight breeze, but you could already feel it. Today it is a storm ... almost a hurricane ... when I first set up an .org domain approx. five years ago people reacted strange ... well, then because of that I went away from that idea ... then there was wesolveitnet.com and people accepted it - there is a growing community, mainly readers ... and today ... after having worked a lot within the "free world of knowledge" ... the projects of the wikimedia foundation ... I go back to my original idea ... many will call me a bit mad to go that way ... well, no, it is the way to go - it was the way to go from the beginning ...

A foundation ... not for profit ... a place to co-operate for all ... a place to give back value to the work we do ... a place to meet ... a place to stay ... the place to make work in the language industry fun again ...

Wind of changes ... I don't mind you coming.

Coincidence?????

Imagine a colleague writes you exactly about THAT language ...

Someone wants to create a wikipedia in exactly that language and by chance you hear about it ...

You help them to get their wikipedia ...

Then you listen to the news and you hear about an association caring about exactly THAT language and how to bring it back into classrooms ...

How much of that is a coincidence?

Sunday, March 19, 2006

Wikisource e le tesi di laurea

Qualche giorno fa sulla lista di discussione Biblit (il forum di discussione per traduzioni letterarie verso l'italiano) si parlava di tesi di laurea, sul dove e come pubblicarle ecc. ecc. Stasera ho parlato con uno degli admin di wikisource - iPork mi ha detto che stava preparando una sezione per le tesi ... è una di quelle coincidenze - quindi: se vuoi pubblicare la tua tesi di laurea considera Wikisource come luogo per pubblicarla. Se vuoi ulteriori info: cercherò di creare il contatto - oppure puoi andare su wikisource e chiedere lì al bar o naturalmente anche a iPork stesso.

What will the world be in 10 years of ...

Wikipedia ... these were the words of Jimmy Wales some time ago ... well Wikipedia is only 5 years old ... and now there is that project called WiktionaryZ that works on a completely different subject. We are not talking about an Encyclopaedia, but about Dictionaries, Thesaurus - all that relates to languages ... maybe this is the moment to ask: how will language learning, work with languages, translating etc. be in 10 years of WiktionaryZ ...
This thought just crossed my mind ...

WiktionaryZ ... sempre più vicino ....

Stiamo preparando le pagine dei portali di lingua per WiktionaryZ. Tra qualche giorno ci sarà la versione pre-alfa, cioè una versione nella quale alcuni di noi avranno il diritto di fare modifiche e aggiungere terminologia per trovare i "bug" - cioè errori, dove il software non funziona ancora come dovrebbe.
Le pagine di molti portali sono stati creati ... mancano ovviamente i contenuti. Ho iniziato ad inserire dei link di glossari inviati a varie liste di discussioni - dovranno servire per ulteriori ricerche di terminologia. Be' diciamo che li ho inserito per far vedere che cosa è possibile - non posso fare tutto e ci sarà bisogno di altri che aiuteranno ad integrare i link. Lo so, esistono centinaia di siti che li raccolgono - tra l'altro anche sul mio ce ne sono un bel po', ma preferisco a passare man mano tutti su WiktionaryZ, perché è l'unica cosa che fa senso - inserire tutto in un unico luogo in modo che per fare ricerche basta un unico posto dal quale partire con la ricerca.
Parlando con altri ho anche deciso di creare un e-mail standard che invierò man mano alle persone che inviano link nelle varie liste di discussione chiedendoli di aggiungere il loro link alle relative liste su WiktionaryZ e di creare una pagina utente lì. Il perché è semplice: ogni modifica che si fa viene attribuita alla persona che fa la modifica (anche commenti a glossari già inseriti, discussioni ecc. ecc.) . Per le pagine utente abbiamo i templates Babel che tra l'altro indicano il livello di conoscenza delle lingue che parliamo e se usiamo le lingue per il lavoro - come esempio potete dare uno sguardo alla mia pagina utente.
Quindi ogni contributo che si fa avendo fatto il login può migliorare la visibilità e l'essere conosciuto da altri - avendo il template con le lingue nelle quali si lavora indicati come "professionali" logicamente, se qualcuno cerca una persona che fa "lingue come professione" vi può trovare. Indirettamente quindi si lavora sulla propria immagine :-)
Mah ... che vi racconto: andate a vedere stesso voi ... e chi è interessato ad essere forse scelto come tester: bisogna ora creare un account utente + aggiungere il template (chi ha problemi con il template: posso aiutare).

Thursday, March 09, 2006

Raduno di traduttori a carnevale a Maiori

Era davvero un bel fine settimana – e ora alcuni nomi che conosco solo dalla lista di discussione Langit hanno un nome per me.

Il pranzo alla Vela, credo, era molto buono. La sera siamo stati al Bar Pineta (il mio preferito, perché si ha più spazio – purtroppo il tempo non ha permesso di vedere il giardino dei limoni).

Siamo andati a visitare Ravello e Amalfi. Se era bello ve lo potranno dire solo gli altri partecipanti – la mia descrizione sarebbe al quanto personale. I miei terremoti tuttora mi chiedono quando "vengono di nuovo" (in particolare fanno riferimento a Liliana e Petra – forse perché li hanno visto di più di una volta, forse perché siamo stati a Tramonti a mangiare una pizza la domenica).

Certo, il tempo poteva essere meglio – ma almeno la domenica ha fatto vedere un po' di come può essere la Costiera Amalfitana.



Un episodio capitato a Liliana e Petra rimarrà per sempre nella storia ... anche di Maiori ;-) Avevano prenotato uno degli appartamenti per vacanze – chi ha affittato conosce molto bene il proprietario della casa, tra l'altro anche una persona che conosciamo molto bene di persona. Lo zio di mia suocera vive nello stesso palazzo e insomma: sappiamo che lui è una di quelle persone molto esatte, pulite che curano ogni minima cosa. Lui si occupa anche molto dei presepi napoletani nel paese, in particolare quello nelle palazzine. Non conosco ancora tutta la storia – chiederò al titolare dell'appartamento appena lo incontro :-) in ogni caso: essendo sicuro del proprietario l'appartamento non è stato controllato prima di far entrare Liliana e Petra lì (sono certa che non succederà mai più in futuro :-). E credo che rimarrà sempre in mente a tutti i partecipanti. Sto tuttora ridendo internamente immaginandomi le facce di Liliana e Petra – peccato che non l'ho visto live (scusate ... ma è una di quelle cose che succedono soltanto una volta nella vita – che sono qualcosa tra tragico e comico – meno male che le due "vittime" l'hanno preso con tanto umore).

Personalmente quest'incontro mi ha anche mostrato alcune cose che servono a noi traduttori – cose che prima o poi bisogna prendere in mano. Stiamo elaborando un'idea insieme al team di WiktionaryZ (ormai siamo abituati a lavorare insieme :-) vi racconterò di più appena abbiamo un progetto di base in modo che potete anche dire la vostra sul che cosa sarebbe utile.

Ho saltato molte cose – mi dispiace - vorrei ringraziare tutti i colleghi che sono venuti – spero di poter ripetere questo tipo di incontri – e se avremo un numero maggiore di persone potrò anche parlare più facilmente con degli sponsor.

Quindi: vorrei ricordare gli sconti di Heartsome, AIT e ProZ. Li farò ricordare in lista la settimana prossima.

Grazie!

Sabine

Wednesday, March 08, 2006

Wikipedia napoletana + qualche info su di me

Ho avuto la richiesta di dare informazioni su di me e sulla Wikipedia in napoletano e visto che non è solo una persona fa più senso scrivere il tutto sul blog – così anche altri possono partecipare a contribuire opinioni, note ecc. ecc.

Sono traduttrice di madrelingua tedesca traduco dall'italiano, inglese e napoletano verso il tedesco e talvolta, collaborando con qualche collega per la correzione, verso l'italiano. Sono membro del team di sviluppo e evangelizzatrice per WiktionaryZ e membro del team di svilluppo di OmegaT. Ho contatto con il napoletano dal 1988 – o se si vuole considerare il periodo in Germania nel quale ho sentito quasi ogni giorno questa lingua dal 1986. Poi, lavorando da traduttrice libera professionista mi sono capitate alcune traduzioni "dall'italiano" al tedesco tramite agenzie tedesche – si trattava di canzoni napoletane e una volta alcune pagine di Pulcinella. Ho imparato il napoletano a Tramonti, dove all'inizio avevamo un appartamento in una piccola frazione di nome Trugnano. Lì praticamente non si parlava l'italiano e anche la nonna di mio marito, che viveva sulla costa, parlava solo in lingua napoletana con me (vorrei sottolineare che non uso mai la parola dialetto). Si può dire che allora non avevo altra scelta di o imparare a parlare o rimanere tagliata fuori – visto che le lingue non erano mai un problema ci si può immaginare com'è andata.

Dopo un periodo in Germania siamo poi tornati in Italia – nel frattempo la famiglia si era ingrandita e i miei gemelli dall'inizio hanno sentito quattro lingue: italiano, tedesco, napoletano, inglese. Capiscono (quasi) tutto, ma purtroppo fino ad ora maggiormente mi rispondono in italiano. Per me era sempre importante dare loro anche la loro identità napoletana come quella tedesca della zona dove sono nata io. Spesso sento genitori dire ai loro figli "parla bene" e per loro parlare bene significa parlare italiano e non napoletano. Secondo me un vero peccato. In questo modo si va verso la perdita della propria identità e cultura. Questo forse spiega anche perché molti giovani (che poi tanto vecchia non mi considero) oggigiorno invece di essere legati alle usanze del posto festeggiano Halloween ... be' ...no further comment

Da ca. un anno ho iniziato a frequentare alcuni mailinglist che si occupano del della lingua e cultura napoletana. Molti dei membri di queste liste vivono all'estero. Ad un certo punto, considerando che esiste la Wikipedia siciliana avevo pensato a creare quella napoletana, ma a dire il vero: avevo programmato l'avvio per la primavera 2006 perché sono coinvolta in vari progetti, tra i quali il progetto WiktionaryZ – un progetto al quale ad ora abbiamo lavorato un anno e mezzo, ma che è un sogno mio da oltre 20 anni. Poi qualcuno sul gruppo napulitano@yahoogroups.com ha iniziato a parlare di Wikipedia – se non sbaglio era Vincenzo che è attivo anche nella Wikipedia siciliana. Quindi le discussioni tra noi andavano sempre di più nella direzione di voler creare contenuti in napoletano e ad un certo punto era solo logico avviare la Wikipedia in napoletano - molto prima di quanto pensavo – il che ovviamente talvolta mi crea qualche intoppo quando c'è il lavoro da fare, qualche presentazione da dare (il che di regola significa dover essere in viaggio) nuovi release di OmegaT (un software CAT dove sono membro del team degli sviluppatori), la famiglia ovviamente, WiktionaryZ dove ci sono nuovi sviluppi ecc. ecc. ecc.

Torniamo però alla Wikipedia. Abbiamo vari contribuenti che sono di madrelingua napoletana e altri che hanno le loro radici in Campania e non solo. Quindi abbiamo iniziato a creare la struttura – come si può vedere l'interfaccia non è ancora tradotta completamente (lo possono fare solo gli admin) – spesso dobbiamo decidere che cosa fare: scrivere un articolo o tradurre l'interfaccia. Non si può fare tutto e il giorno per tutti noi ha soltanto 24 ore. Creare contenuto per Wikipedia tanto piccoli o meglio per wikipedia con un piccolo numero di autori è essenziale – vedendo modifiche e nuovi articoli ci porta a scrivere e fare di più, e inoltre da di più ai lettori.

Certo, non è tutto al 100%, ma tutte le Wikipedia piccole hanno più o meno gli stessi problemi. Dobbiamo stare attenti a non cascare nella stagnazione. Abbiamo alcune persone che scrivono meglio di altre e quindi sono loro quelle che correggono gli articoli. In questo momento non faccio ancora nomi, perché devono darmi l'ok per poterli menzionare – ma è sufficiente dare uno sguardo alle modifiche recenti per vedere chi sono i più attivi.

Ho contattato anche altre persone/istituzioni per collaborare – neanche quelle vorrei citare qui senza avere l'ok – solo una mi ha risposto – purtroppo in un periodo che non mi ha permesso ancora di rispondere. Avevo scritto una mail in inglese al gruppo napulitano@yahoogroups.com e inviato questa in copia. Secondo me ci sono alcuni fraintesi – solo: come già detto, il giorno ha soltanto 24 ore e attualmente siamo in fase di realizzazione di WiktionaryZ che sarà importante anche per il napoletano.

Certo molte cose devono essere ancora chiarite – avevamo parlato di un tipo di standardizzazione basandoci sui testi antichi, meglio che non ripeto che cosa ho letto come risposta privata. Ma: il napoletano ha una lunga storia – esistono moltissimi documenti scritti in napoletano e non è il caso di confinare questa lingua solo alla musica e alla poesia e letteratura.

Molti dei nostri lettori hanno nella Wikipedia napoletana uno dei pochi punti di riferimento che possono accedere ovunque nel mondo gratuitamente – per loro è tornare alle radici, avere contatto con "casa loro". Per molti altri invece è praticare la lingua di ogni giorno, farla diventare di nuovo quella che era per secoli – una lingua vera e propria della quale si può essere fiera. Per non fraintenderci: parliamo unicamente di lingua e cultura qui – non di politica. NPOV, il magico acronimo di Wikipedia che fa riferimento al punto neutrale di vista (Neutral Point of View) è valido in tutti i progetti della Wikimedia Foundation (info si trovano su Meta).

Vorrei sottolineare che Wikipedia non è l'unico contenuto all'interno della Wikimedia Foundation.

C'e Wiktionary che praticamente grazie ad un unico membro che vive fuori dall'Europa ha un glossario molto ampio napoletano-italiano e anche italiano-napoletano. Poi, in un secondo momento, questo glossario/dizionario avrà valore ancora maggiore – proprio poi quando sarà online WiktionaryZ.

Un altro progetto è Wikibooks (versione inglese e italiana) dove si trova l'inizio di un libro contenente i primi passi verso un libro di studio per il napoletano.

Su Wikisource poi troviamo testi esenti da copyright in napoletano, anche se per il momento sono pochi. Qui sarebbe molto bello collaborare con la Biblioteca Nazionale a Napoli – magari scansionando dei testi antichi mettendo le pagine scansionate a disposizione su Commons e quindi collegando questo progetto con Wikisource dove poi si possono trascrivere/passare ad OCR e correggere questi testi un po' alla volta. Saremo tanto contenti se privati potessero donare i libri antichi ovvero scansioni degli stessi.

Ogni pagina ci aiuta a creare un po' di contenuto in più, a dare più rilevanza a questa, a mio avviso, bellissima lingua.

Un altro modo per creare contenuti è tradurre testi – per fare ciò utilizzo OmegaT e un glossario che è a disposizione di tutti su Wikipedia. Questo per cercare di creare un glossario/dizionario valido per tutti. Ovviamente ci sono sempre variazioni nel modo di scrivere. Magari un giorno avremo uno standard (necessario per quelli che imparano il napoletano come lingua straniera o per quelli che conoscono solo un napoletano pronunciato dai nonni e genitori e vivono un po' ovunque nel mondo). Del resto ci saranno sempre le variazioni – una lingua è come un organo vivente – ma per poter avere un lavoro più o meno uniforme dovremo cercare un qualcosa di identificabile. A mio avviso questa è una delle cose più difficili.

Qual'è il contenuto che mettiamo online ... buona domanda ... Wikipedia è un progetto aperto con l'obiettivo di creare un'enciclopedia. Di base i contenuti potrebbero essere gli stessi della Wikipedia italiana, inglese, tedesca ecc. Tutte le Wikipedia hanno però una cosa in comune: rispecchiano gli interessi dei suoi membri, sempre però rimanendo NPOV. Sarebbe irrisorio se io, giusto per scrivere qualcosa, scegliesse una tematica della quale non so nulla – quindi ognuno fa quello che sa fare nel modo migliore. Abbiamo creato alcuni contenuti di base utilizzando un bot in modo che chiunque possa contribuire anche con un paio di parole, un link, un dato ecc. I comuni della Campania e il calendario. Inoltre abbiamo un membro che scrive molto sui personaggi napoletani e non.

Se abbiamo domande solitamente li facciamo o sulla pagina di discussione dell'articolo o la inviamo al gruppo di discussione Napulitano dove pazientemente alcuni più esperti/esperti ci rispondono.

Ci sono mille altri particolari da aggiungere – è impossibile farlo in così poco tempo.

A questo punto dovrei riassumere dove vorremo arrivare, magari rileggere tutto ed integrare - scusate se non lo faccio ora.

Questo blog è stato scritto come base per chiunque voglia sapere di più – per quei giornalisti che mi hanno chiesto informazioni. Partendo da questo articolo le mie risposte saranno private (se la domanda arriva tramite e-mail) dapprima – e forse pubblicate in un secondo momento. Ovviamente alle domande nei commenti risponderò direttamente online. Credo che sia il modo più onesto per dare lo stesso punto di partenza a tutti - insomma: seguendo la regola "neutra" di non preferire nessuno.

Prima di chiudere vorrei invitare a tutti gli interessati di contribuire - ricordatevi: anche aggiungere solo una foto di un paese, aggiungere il protettore di un paese, una data storica, una frase per iniziare la descrizione di una città, la lista dei monumenti ecc. ecc. contanto. Una persona può scrivere molto, mille persone che ogni giorno aggiungono un link, una foto o una data possono fare moltissimo. Invito anche tutti gli interessati ad iscriversi nel gruppo yahoo napulitano@yahoogroups.com (inviare un'e-mail vuota a napulitano-subscribe@yahoogroups.com) dove volentieri discutiamo e aiutiamo.

Grazie!

Sabine

Sunday, March 05, 2006

Pisa ... then to Germany ... no Munich

Pisa was a great experience - I met many very intersting people, new contacts, new possibilities - for them and our projects. We will remain in contact and talk about the Wikimedia projects, OmegaT and help newbies in translation business to get on their way. It also showed me how important networking is, how much there is a need for marketing translation services and which specific needs are to be considered.

Then off to Germany ... I haven't seen so much snow for many years now. I wanted to meet some colleagues in Munich tomorrow evening, but today there are no trains, difficulties for traffic of any kind. Well yes, I suppose they will resolve this during the day, but the weatherforecasts are quite "snowy" again ... so it is better not to risk and we will have to meet another time.

It will be hard to follow up all themes that came up during the last days - too many things are happening too fast ... I'll tell you what is possible.

Have a great sunday!