Friday, March 23, 2007

Banche ... ma sono fuori? (Monte Paschi di Siena)

Allora: qualche tempo fa faccio un bonifico per inviare del denaro ad un c/c italiano. Ho tutti i dati e mio marito va in banca per eseguirlo. Quando torna vedo le spese per un bonifico: EUR 5,50 ... conoscevo questo importo per bonifci all'estero e quindi ho pensato che si sono sbagliati ... chiamo: e la risposta era: no, è l'importo da pagare per bonifici eseguiti in filiale per i c/c in Italia. Già allora ho scritto un'e-mail con lamentele al servizio dei clienti alla centrale della MPS. Ma che ... non si sentono mica di dover rispondere ... comunque: chiedere quel importo secondo me è frode e la Commissioner Neelie Smit-Kores presso la Commissione Europea come anche le varie associazioni per la difesa dei consumatori dovrebbero essere molto interessati (riceveranno la copia della e-mail spedita alla banca + qualche nota aggiuntiva). Non ho avuto il tempo per farlo in questo periodo ... giuro che lo farò. E: mi chiedo se i clienti della MPS in Italia semplicemente accettano questo prezzo perché non lo sanno diversamente o che davvero nessuno ci fa caso. E che ne è dei vari esercizi che hanno i loro c/c lì e che hanno più che un solo bonifico da fare? Il sistema online della MPS non lo ritengo sicuro in quanto è protetto da solo due password - esistono banche che hanno un livello di sicurezza superiore. (Password + TAN che cambia per ogni singola operazione eseguita).

Ma torniamo ai servizi. Nel 2004 non sapendo alcune cose ho pagato delle tasse in ritardo (eh vabbo' le cose in Italia sono diverse che in Germania) e quindi sapevo che doveva venire una richiesta di pagamento da parte delle Agenzie delle Entrate e quello puntualmente è arrivato quando neanche ero qui a Maiori. Allora: ho compilato il foglio e mio marito è andato in banca per pagare - gli viene detto che il modulo che abbiamo ricevuto dall'Agenzia delle entrate non era valido e che doveva compilare il modulo - quel prestampato celeste - manualmente. Ok, l'abbiamo fatto immediatamente e per assicurarci che il modulo inviato da parte dell'Agenzie delle Entrate sia davvero non valido abbiamo chiesto alla banca di attestarlo per iscritto, visto che se non ho quello sono logicamente io la responsabile per l'eventuale pagamento in modo errato: l'impiegato si è rifiutato e naturalmente anche il direttore ... ed è meglio che non mi dilungo sui modi ...

Conclusione: è ora di cambiare banca - appena il tempo me lo permette.

Una nota alla Monte dei Paschi di Siena: ma credete davvero che con quel tipo di servizio riuscirete a sproavvivere a lungo? E che ne fate dei soldi di tutti quei bonifici eseguiti che vi fanno entrare 5.50 EUR alla volta? Cioè se guardo il servizio: certamente non servono per migliorarlo - e allora che ne fate con i nostri soldi? Ricordatevi: siamo clienti e non siamo noi a dover essere grati che voi siete così gentili a prenderci il nostro denaro per "servizi".

Su livello europeo avete ancora tanto da imparare ... e com'era quella pubblicità tempo fa: "... perché non siete solo un numero ..." o qualcosa del genere ...

Esistono banche dove il c/c, i bonifici e altri servizi non costano nulla ... e non dico qui che pretendo di pagare nulla, ma il giusto per il giusto servizio - comparato con quello che fate voi mi chiedo: siete in grado di amministrare denaro o avete dei buchi neri, come nello spazio, che ingoiano tutto?????

Ritenete questo post come "gentile" - non ho espresso i miei veri sentimenti qui ...
Post a Comment